Bacio le mani, Mescia

Accompagnare una persona nell’ultimo tratto del cammino della sua vita è il regalo più bello che possiamo farle.  Mia suocera si è addormentata per sempre verso le tre e mezza di una fresca mattina salentina all’età di 83 anni. Ero stata con lei fino alla sera prima, tenendole la mano e recitando al posto suo le preghiere desiderate.

Leggi tutto “Bacio le mani, Mescia”

“PRESERVATEVI” (Valeria Colonna)

E penso alla tua morte, Valeria. Come alla tua vita. Ci sono persone che finché sono state in vita, hai amato senza conoscere fino in fondo, senza penetrare fino in fondo la Verità che portavano dentro, cioè il senso del loro vivere. Poi la morte. D’improvviso cade una cortina, e mentre per loro “si rompe la tela al dolce incontro”, tu capisci il perché della loro esistenza. Rifletti su tutti i loro gesti, le loro parole, le loro scelte. Solo con la morte portano a compimento la loro esistenza, cioè si svelano a chi resta. È così. Un po’ come è accaduto a Cristo: “È meglio per voi che io vada; se non andrò, non verrà il Paraclito” (Gv, 16,7). Leggi tutto ““PRESERVATEVI” (Valeria Colonna)”

Una vita… più che breve!

Ciliege 02Mia nonna paterna nacque a Cesena l’ultimo giorno di giugno del 1912.  Mentre i contadini, nell’assolata campagna circostante, raccoglievano dagli alberi bianche e rosse ciliegie, che il picciolo teneva unite due a due, sua madre partorì due gemelle: ne aspettava una soltanto, cui aveva da tempo deciso il nome di Maria. Rimase alquanto stupita di vederne due: che nome dare all’altra? Leggi tutto “Una vita… più che breve!”